LA QUESTIONE DEL PREZZO DEL LATTE A SANTERAMO IN COLLE,LE POSSIBILI SOLUZIONI DEL SINDACO FABRIZIO BALDASSARRE

 

“E’ partita da Santeramo la battaglia che ci vedrà impegnati a difendere e tutelare, a partire dal latte, i prodotti della nostra terra, nel solo territorio comunale di Santeramo risultano attivi 140 allevamenti di bovini di cui 108 orientate alla produzione di latte crudo che oggi viene venduto o meglio svenduto, a circa 0,36€/litro. Pensate che oggi, ad un allevatore locale, non bastano 2 litri del suo latte per ripagarsi un caffè; non esiste nessun parametro di riferimento ufficiale che ne determina il giusto prezzo da corrispondere agli allevatori e questo permette alle grandi aziende trasformatrici di fare cartello e tenere basso il prezzo di acquisto del latte crudo; con la nostra proposta avanzata dall’assessore M5S Giuseppe Caponio ,e votata all’unanimità da tutti i consiglieri comunali durante la scorsa assise, si chiede alla Regione Puglia la convocazione di un tavolo di trattativa tra le parti in causa al fine di trovare possibili soluzioni, tra cui l’istituzione di un indice di riferimento sul modello della regione Lombardia, questo permetterebbe di quantificare mensilmente il giusto prezzo del latte crudo da corrispondere agli allevatori in base al reale prezzo di vendita dei prodotti caseari locali che poi ritroviamo nei negozi come ad esempio: il latte fresco alimentare, mozzarelle,e formaggi.

Inoltre, ieri mattina, abbiamo scritto a tutti i sindaci del territorio, indifferentemente dal loro colore politico, per chiedere che la nostra proposta venga approvata anche nei loro comuni, in questo modo gli allevatori di tutto il territorio non saranno più soggetti alla speculazione dei grandi gruppi di trasformazione. Abbiamo il dovere di tutelare l’economia locale, le aziende agricole e il loro durissimo lavoro giornaliero”.

Con queste parole il primo cittadino Fabrizio Baldassarre esprime il suo pensiero sulle possibili soluzioni da adottare in merito alla questione del prezzo del latte,che coinvolge in prima persona il nostro territorio,a seguire aggiornamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*



*