«GRAZIE GRAVINA, TERRA DI LUOGHI MERAVIGLIOSI E GIOVANI PIENI DI TALENTO»: IL REGISTA GARTH DAVIS SCRIVE AL SINDACO VALENTE E RINGRAZIA PER L’ACCOGLIENZA

Nei giorni scorsi nell’habitat rupestre le riprese di “The story of Mary Magdalene”

gravina

Una terra di luoghi meravigliosi e di giovani pieni di talento. Garth Davis non ha dubbi: per il regista australiano Gravina è già un pezzo di cuore. Le sue sensazioni il noto cineasta le ha affidate ad una mail inviata al sindaco Alesio Valente, insieme alla riconoscenza della produzione per l’ospitalità ricevuta da tutta la troupe di “The story of Mary Magdalene”, la pellicola prodotta dalla See-Saw Films in collaborazione con la società italiana “Panorama”. Pochi giorni di permanenza nella zona delle Sette Camere, emblema dell’habitat rupestre gravinese in procinto d’essere candidato a patrimonio mondiale Unesco, sono bastati per far nascere l’amore. «La passione e il supporto dei gravinesi pieni di talenti – scrive Davis – sono stati fondamentali. Lo stesso dicasi per il loro orgoglio verso questo posto davvero speciale». E ancora: «Abbiamo potuto conoscere grotte e siti archeologici incredibili. Lo straordinario ponte che si staglia lungo il canyon conferisce a tutto un’atmosfera senza tempo. Le grotte che si aprono nel burrone sono meravigliose». Quindi, in coda, i saluti, che sembrano suonare come un arrivederci: «Girare la nostra pellicola qui è stato un piacere ed una gioia. Grazie tante».

Parole che si commentano da sè, dice soddisfatto Valente. «Ringrazio personalmente Davis, il cast e la produzione – sottolinea il primo cittadino – per aver scelto la nostra città come sfondo del loro film e per I sentimenti espressi verso essa ed I suoi abitanti». Aggiunge Valente: «L’impegno sin qui profuso dà buoni frutti: la città esce dall’isolamento e torna ad essere apprezzata per quello che è, anzitutto ed in particolare per il suo valore storico e culturale. Non possiamo che esserne soddisfatti ed orgogliosi, ringraziando pubblicamente quanti si sono adoperati per garantire l’accoglienza e l’organizzazione necessari al lavoro di chi ha scelto Gravina per ambientarvi storie da offrire poi al mondo intero». Conclude il sindaco: «Il messaggio di Garth Davis ci ricorda quanto apprezzati siano la nostra città ed I suoi figli. Dovremmo ricordarcelo ogni qualvolta, per apatia o pigrizia, rinunciamo ai sogni e cediamo alla tentazione di ritenere l’erba del vicino sempre più verde. Di certo questa dichiarazione costituisce un motivo in più per continuare il cammino di rinascita ed orgoglio intrapreso».

Un orizzonte immortalato idealmente anche nelle immagini di “The story of Mary Magdalene”. Il film, la cui sceneggiatura è firmata da Helen Edmundson e Philippa Goslett, può contare su un cast di assoluto rilievo: l’attrice Rooney Mara è stata scelta per interpretare Maria Maddalena, l’attore Joaquin Phoenix è Gesù mentre l’attore Chiwetel Ejiofor vestirà i panni del discepolo Pietro.

Dettagli: Joaquin Phoenix è uno degli attori più quotati e apprezzati a livello internazionale. Ha ricevuto l’Oscar per il miglior attore non protagonist interpretando Commodo nel film “Il Gladiatore”. L’attrice trentenne Mara Rooney, nota per la sua partecipazione al film “Lion”, ha ricevuto invece una nomination per la note degli Oscar come migliore attrice non protagonista per il film “Carol”, un ruolo per il quale è stata già premiata all’ultimo Festival di Cannes.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*



*